I requisiti di ordine speciale

 

I requisiti d’ordine speciale necessari per la qualificazione sono:

• adeguata capacità economica e finanziaria;
• adeguata idoneità tecnica e organizzativa;
• adeguata dotazione di attrezzature tecniche;
• adeguato organico medio annuo.

a) La adeguata capacità economica e finanziaria è dimostrata:
• da idonee referenze bancarie;
• dalla cifra d’affari degli ultimi cinque anni.

b) La adeguata idoneità tecnica e organizzativa è dimostrata:
• dalla presenza di idonea direzione tecnica;
• dall’esecuzione di lavori (1), realizzati negli ultimi cinque anni in ciascuna delle categorie oggetto della richiesta;
• dallo staff tecnico composto da laureati e diplomati assunti a tempo indeterminato, qualora l’Impresa voglia essere qualificata per l’appalto di progettazione e costruzione.

c) L’adeguata dotazione di attrezzature tecniche è dimostrata:
• dalla dotazione stabile di attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico, di proprietà, in locazione finanziaria o in noleggio;
• dall’ammortamento di attrezzatura tecnica, da canoni
di locazione finanziaria o canoni di noleggio degli
ultimi cinque anni.

d) L’adeguato organico medio annuo è dimostrato:
• dal costo complessivo sostenuto per il personale dipendente e dalla retribuzione convenzionale del titolare per le imprese individuali e dei soci per le società di persone, degli ultimi cinque anni;
• dai versamenti effettuati all’INPS, all’INAIL ed alle CASSE EDILI.
 

(1) LA DIMOSTRAZIONE DELL’ESECUZIONE DI LAVORI:
I CERTIFICATI LAVORI

Per acquisire una determinata categoria e classifica, l’impresa deve produrre idonei certificati di esecuzione lavori, il cui importo soddisfi i seguenti parametri:

1. L’importo complessivo dei lavori eseguiti nell’ultimo quinquennio deve essere non inferiore al   90% di quello della classifica richiesta;

2. L’esecuzione di un singolo lavoro, nella categoria richiesta, di importo non inferiore al 40%  dell’importo della qualificazione richiesta, ovvero, in alternativa, di due lavori di importo complessivo non inferiore al 55% ovvero di tre lavori di importo complessivo non inferiore al 65% dell’importo della qualificazione richiesta.
 

Esempio:
Categoria e classifica richiesta: OG1 – Cl. III^ (€ 1.033.000)

1. Importo complessivo lavori OG1 eseguiti nel quinquennio:
€. 1.033.000 x 90% = €. 929.700

2. Importo lavori “di punta”

    a)  Un lavoro OG1 pari al 40%:                      €. 1.033.000 x 40% = €. 413.200

    b)  Due lavori OG1 pari al 55%:                     €. 1.033.000 x 55% = €. 568.150

    c)  Tre lavori OG1 pari al 65%:                       €. 1.033.000 x 65% = €. 671.450
 

(1) NOTA: I certificati di esecuzione dei lavori pubblici devono essere rilasciati dalle stazioni appaltanti esclusivamente per via telematica, inserendo gli stessi sul sito dell’Osservatorio presso l’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici.