Perchè attestarsi

 

Con il Regolamento, approvato con D.P.R. n° 207/2010,è stato modificato il sistema di qualificazione per l’esecuzione di Lavori Pubblici, originariamente introdotto dal D.P.R. n°34/2000 (che sostituì l’A.N.C). Tale sistema di qualificazione è affidato ad organismi di diritto privato, accreditati e sottoposti al controllo da parte dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, denominati S.O.A.(Società Organismi di attestazione). La S.O.A. nell’esercizio della propria attività svolge funzioni di natura pubblicistica.
 
 
Chi deve attestarsi
Le Imprese che intendono partecipare, direttamente o in subappalto, a gare d’appalto oltre i 150.000 euro indette da committenti pubblici o da coloro che utilizzano finanziamenti o contributi pubblici, devono essere in possesso di un attestato S.O.A. per categorie e classifiche riferite al tipo di lavorazione od opera da compiere. Una volta attestati, il nominativo dell’Impresa sarà inserito nel sito dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, a disposizione di tutti quegli Enti o Imprese che, per effetto del regolamento, devono dotarsi di “partner specializzati” cui affidare i lavori.
 
 
Il nuovo Codice dei Contratti Pubblici
Il Codice dei Contratti pubblici D.Lgs. n°163/2006, è stato sostituito dal 19/04/2016 con il nuovo D.Lgs. n°50/2016 che ha ridisegnato l’assetto normativo relativo agli appalti di lavori, servizi e forniture.
 
 
Rilevante ai fini dell’attestazione SOA è la disposizione introdotta con il D.Lgs. n° 50/2016, in vigore dal 19 aprile 2016, che per il rilascio dell’attestazione prevede l'utilizzo di:

• tutti i certificati di lavori relativi solo agli ultimi cinque anni (i peggiori cinque anni!!)
• i requisiti economico-finanziari relativi agli ultimi cinque anni.